CORI

Lo sguardo scivola su distese di viti e ulivi, abbracciando tutta la pianura pontina fino al mare, dal Circeo alle porte di Roma.

Tra i colori della pietra e della vegetazione emergono i contorni decisi di case fitte fitte, palpitanti di una vita laboriosa che da secoli pulsa imperterrita, seguendo il ritmo della terra e della storia. Racchiusa, ma non troppo, sobria ma viva, silenziosa ma operosa.
Questa è Cori.

Le sue radici si perdono in tempi remoti, riportandoci in narrazioni mitiche abitate da troiani, antichi greci, nobili guerrieri e creature mitologiche.

Da circa trenta secoli l’uomo ha deciso di appartenere a questo territorio e lo ha abitato in modo costante, senza abbandonarlo in nessuna epoca.
La storia antica ci parla di una città appartenente ai Priscii Latini e in seguito, dopo funeste e affascinanti vicende, alleata di Roma e al grande impero sopravvissuta e reinventata.
È da questi tempi lontani che Cori è cinta da forti mura difensive dentro cui la storia è passata caparbia, lasciando intriganti tracce dietro di sé.

Percorrendo i vicoli medievali si incontrano templi antichi che si innalzano maestosi e piccole chiese dove si nascondono insolenti testimonianze di rituali pagani. Colonne di antichi edifici si appoggiano e si fondono con case tutt’ora abitate, sorrette da millenari terrazzamenti a secco.

Una viva stratificazione storica, un’opera in continua evoluzione, come un mosaico in divenire, è questo l’intimo Continuum temporale in cui Cori è immersa.

LE AZIENDE DEL TERRITORIO

CORI

TRA CULTURA NATURA E PASSIONE PER LE COSE BUONE

IL TUO PERCORSO "DI-VINO"