PIETRA PINTA

LA STORIA

Fin dalla fine dell’Ottocento la famiglia Ferretti si è occupata di agricoltura ed in particolare della produzione di olio e vino sulle colline di Cori. Il territorio, da secoli, presenta caratteristiche ideali per la viticoltura grazie all’altitudine, al terreno di origine vulcanica e al microclima reso mite dal vento marino.

La leggenda narra che il nome “Pietra Pinta” derivi da uno storico combattimento che Silla vinse ai danni di Mario per il controllo di Roma e che ebbe luogo proprio alle pendici dell’attuale territorio di Cori. La battaglia fu così dura che in sua memoria fu realizzata una grande pietra tinta di rosso, ricordata con il nome “Pietra Pinta”.

LA CANTINA

Tutela della qualità, conservazione dell’ambiente, rispetto del territorio e innovazione tecnologica: Cesare, Francesco, Bruno e Annalaura conducono l’azienda seguendo fedelmente questi principi attraverso metodi di coltivazione sia biologica che tradizionale.

I vigneti, con oltre 4000 ceppi per ettaro, sono stati predisposti per una bassa resa per pianta al fine di garantire un eccellente rapporto qualità-prezzo.

La scelta delle cultivar seguono la volontà dell’azienda di dare spazio sia ai vitigni autoctoni che a quelli di fama internazionale: dal Nero Buono di Cori al Merlot, dalla Malvasia del Lazio al Sauvignon Blanc, e molto altro.

Pietrapinta è anche oliveti e frantoio. Le cultivar presenti sono quelle della famosa Itrana, e di una varietà autoctona tipica dei Monti Lepini, caratterizzata dalla certificazione DOP “Colline Pontine”.

La cantina inoltre è anche agriturismo, dov’è possibile mangiare le specialità locali e soggiornare in due alloggi immersi tra le colline coresi.

 

CORI

 

Lo sguardo scivola su distese di viti e ulivi, abbracciando tutta la pianura pontina fino al mare, dal Circeo alle porte di Roma. Tra i colori della pietra e della vegetazione emergono i contorni decisi di case fitte fitte, palpitanti di una vita laboriosa che da secoli pulsa imperterrita, seguendo il ritmo della terra e della storia. Racchiusa, ma non troppo, sobria ma viva, silenziosa ma operosa. Questa è Cori. Le sue radici si perdono in tempi remoti, riportandoci in narrazioni mitiche abitate da troiani, antichi greci, nobili guerrieri e creature mitologiche. Da circa trenta secoli l’uomo ha deciso di appartenere a questo territorio e lo ha abitato in modo costante, senza abbandonarlo in nessuna epoca. La storia antica ci parla di una città appartenente ai Priscii Latini e in seguito, dopo funeste e affascinanti vicende, alleata di Roma e al grande impero sopravvissuta e reinventata. È da questi tempi lontani che Cori è cinta da forti mura difensive dentro cui la storia è passata caparbia, lasciando intriganti tracce dietro di sé. Percorrendo i vicoli medievali si incontrano templi antichi che si innalzano maestosi e piccole chiese dove si nascondono insolenti testimonianze di rituali pagani. Colonne di antichi edifici si appoggiano e si fondono con case tutt’ora abitate, sorrette da millenari terrazzamenti a secco. Una viva stratificazione storica, un’opera in continua evoluzione, come un mosaico in divenire, è questo l’intimo Continuum temporale in cui Cori è immersa.

PIETRA PINTA

Un'eccellente selezione fatta di passione e pazienza, di conoscenza ed amore per il territorio, di essenze e sapori inimitabili.

ROSSO
BIANCO
SPUMANTE
OLIO
GRAPPA

VISITA IL SITO UFFICIALE

SCOPRI IL PRODUTTORE

TRA CULTURA, NATURA E PASSIONE PER LE COSE BUONE

IL TUO PERCORSO "DI-VINO"