VALLE DELL'USIGNOLO

LA STORIA

L’azienda agricola “la Valle dell’Usignolo” appartiene alla famiglia Pecci-Palombo sin dalla fine del 1800.

Situata poco distante dal giardino botanico di Ninfa e il borgo medioevale di Sermoneta, la cantina ha seguito l’evoluzione imposta dai cambiamenti economici e politici che hanno coinvolto il Paese, ma senza mai abbandonare l’amore per il proprio territorio e la vigna, resistendo anche al massiccio abbandono delle campagne.

LA CANTINA E IL FRANTOIO

Originariamente costituita da un unico corpo di 15 ettari, oggi la Cantina Valle dell’Usignolo è composta da circa 30 ettari di terreno dedicate alla coltivazione in biologico di vite e ulivo.

Molte sono le bottiglie realizzate con uve autoctone: la “Luscinia” viene realizzata con la Malvasia Puntinata, “La Cesa” con uve Bellone e “Sulmo” con Merlot, Montepulciano d’Abruzzo e Cesanese di Affile.

Dagli uliveti viene prodotto l’olio extravergine di oliva itrana (tipica cultivar dei monti Lepini), prodotto dalle spiccate qualità organolettiche e apprezzato a livello internazionale.

La cantina svolge anche attività agrituristica con cucina tipica locale e la possibilità di pernottare negli antichi pagliai ristrutturati e dotati di tutti i più moderni comfort.

 

SERMONETA - NINFA

NINFEO e le terre dell'antico ducato dei Caetani

 

Un susseguirsi di vicoli ciottolosi, i resti della mitologica città di Sulmo, la sagoma del Castello che si erge imponente sulle piccole piazze del paese. Sermoneta è tutto questo, un concentrato di storia che ha lasciato intatti, come in una fotografia, gli edifici e i reperti Medievali e rinascimentali al suo interno. Storie di cavalieri, di nobili famiglie, di alleanze e contrasti con il potere temporale e spirituale si materializzano nelle mura, nelle logge, nelle chiese di questo incantevole borgo, già abitato nei tempi del “Latium Vetus” e poi, seguendo le vicende dei vicini borghi medievali, accastellato intorno al X secolo. Dalla fine del XIII secolo sino al XVIII secolo, le vicende della città hanno seguito quelle della famiglia Caetani sopravvivendo al declino in epoca recente anche grazie agli sforzi della “Fondazione Roffredo Caetani”. La Fondazione ha preservato il paese rendendolo al contempo un punto di riferimento della cultura e del turismo non solo della provincia pontina ma dell’intera Regione. Ancora adesso, Sermoneta conserva il suo immenso patrimonio storico, artistico e culturale, dalle fessure della cinta muraria e dalla sua terrazza panoramica, lo sguardo si perde tra le colline circostanti, distese boschive e uliveti, mentre le sue torri e mura racchiudono il cuore vivo e pulsante di un luogo dove il tempo sembra essersi fermato come d’incanto.

VALLE DELL'USIGNOLO

Un'eccellente selezione fatta di passione e pazienza, di conoscenza ed amore per il territorio, di essenze e sapori inimitabili.

ROSSO
BIANCO
SPUMANTE
OLIO
GRAPPA

VISITA IL SITO UFFICIALE

SCOPRI IL PRODUTTORE

TRA CULTURA, NATURA E PASSIONE PER LE COSE BUONE

IL TUO PERCORSO "DI-VINO"